La buona notizia del giorno arriva da Morelli di Trenta, in provincia di Cosenza, dove un’intera scuola ha rinunciato alla gita a Lecce perché il pullman noleggiato non era attrezzato per la salita dei disabili e Gabriele, 10 anni, costretto sulla sedia a rotelle, sarebbe dovuto rimanere a casa. E’ andata più o meno così…

Giovedì 30 aprile, istituto comprensivo di Rovito. Tutto è pronto per la gita scolastica. Insegnanti, bambini, preside, genitori che fanno le ultime raccomandazioni di rito del tipo ”Da’ retta alla maestra sennò poi facciamo i conti”. All’arrivo del pullman però tutti si rendono conto che Gabriele e la sua carrozzina non sarebbero potuti salire sul mezzo. In nessun modo. Nemmeno mettendoci tutta la buona volontà che era stata messa in campo in altre occasioni. Gli scalini sono insormontabili e non c’è la pedana che facilita la salita a bordo di una persona su sedia a rotelle. Che si fa? I compagni di classe di Gabriele non hanno dubbi. ”O tutti, o nessuno!” Per solidarietà anche gli altri partecipanti scelgono di rinunciare alla gita. La gita viene rinviata, in attesa di trovare un mezzo adatto che sembra non esserci in tutta la provincia di Cosenza.

C’è ancora tanto da fare…

Annunci